What’s Going On

Voglio protestare Berry, contro la guerra, contro la brutalità della polizia, le condizioni sociali.

Inizi anni ‘70, Marvin Gaye è un cantante di successo, bello, famoso, ritenuto un sex symbol, che si adagia comodamente su di una produzione pop- soul innocua, cantando l’ amore e le sue sfumature. Il successo è giunto grazie a pezzi come “Ain’t No Mountain High Enough” in coppia con Tammi Terrel, oppure “I Heard It Through the Grapevine”. Molti sono stati i generi al quale si è interessato, dagli esordi in chiesa con il gospel, alle formazioni Doo-Wop, passando per il Rhythm and blues. Il padre, un pastore della Church Of God, non vedeva di buon occhio gli ammiccamenti sexy e provocanti del figlio, la frivolezza negli atteggiamenti, erano lontanissimi dai propri insegnamenti. Il giovane Marvin dal canto suo, era riuscito a scappare dagli abusi psicologici messi in atto dal padre proprio grazie alle lezioni di piano e percussioni che prendeva saltuariamente, ma che lo tenevano lontano da quella prigione creata in casa.

Continua a leggere “What’s Going On”